Riprende la Rubrica “A scuola di fotografia”

Ormai rientrati tutti dalle vacanze riprendiamo il nostro appuntamento dell’ultimo giovedì del mese con la scuola di fotografia. Oggi però non daremo consigli tecnici ma cercheremo di conoscere un po’ meglio il nostro insegnante, Emi Delli Zuani. Lo abbiamo intervistato per voi ed è venuta fuori questa bella presentazione che parla ovviamente molto di fotografia, ma non solo, parla anche di un’altra sua grande passione, scoprite qual’ è!

Ciao! Il mio nome lo conoscete di già, ho 37 anni, una bellissima famiglia formata da mia moglie Daniela e da mio figlio Tommaso, di tre anni. Quando non mi occupo di qualche faccenda domestica e non gioco con Tommy, passo parte del mio tempo libero a curare il mio giardino e i miei alberi da frutta, il resto a cercare nuovi posti da fotografare. Ho quattro gatti, un cane, un numero imprecisato di pesci nel laghetto in giardino. Di tutto quello che faccio per vivere, la fotografia è l’unica cosa che abbia davvero un senso.

Per me fotografare è una testimonianza.

emi

Ho una scarsa memoria, dimentico tutto in fretta, per questo anni fa ho iniziato a “fermare” gli istanti della mia vita sulla pellicola come se fosse un diario, nel tempo è evoluto il “mezzo” ed anche il sottoscritto. Oggi ad esempio il mio Instagram ha questo compito: fissare piccoli momenti positivi che mi dimenticherei.

Non faccio differenze nell’uso della reflex o dello smartphone. L’utilità di uno strumento dipende da quanto sai usarlo. Molti principianti riuscirebbero a perdere l’attimo nel tentativo di accendere la reflex e impostarla nel modo giusto. Per me sono utili entrambi: lo smartphone (io ho un Samsung Galaxy, scatto in ShotControl e post-produco in SnapSeed) è sempre con me quindi lo uso molto per fotografare i momenti familiari, quando invece voglio la qualità passo alla reflex.

La fotografia che preferisco fare è sicuramente quella di paesaggio. Dammi la cima di un monte, la mia tenda e la mia attrezzatura e mi fai contento. Se poi al tramonto o all’alba passano vicino a me anche alcune nuvolette allora…

Faccio molta ricerca prima di partire per una spedizione: quali sono gli accessi, le variazioni altimetriche, le fonti d’acqua, i ripari, se ci sono rifugi in zona, se c’è campo con il telefonino, quale traiettoria avranno sole e luna, che tempo farà.
Camminare da solo in montagna può essere pericoloso ma è per me anche fonte di pace e concentrazione. Se sei sulla cima di una montagna e devi aspettare qualche ora che arrivi il tramonto hai poche opzioni: io preferisco mettermi seduto e “perdermi” nel paesaggio…dopo aver montato la tenda però!

Se dovessi parlarvi di un viaggio fotografico che mi è rimasto nel cuore dovrei citarvi qualche destinazione in Italia, magari le Marche che ritengo una regione poco conosciuta ma davvero meravigliosa, quasi un museo a cielo aperto. Tuttavia la mia mente va alle Asturie e alla Cantabria, in particolare al parco dei Picos de Europa. Paesaggi mozzafiato e un panorama enogastronomico fantastico. Anche la costa comunque non era affatto male…

Le fotografie a cui sono più legato però sono tutte quelle con Tommaso.

Tommaso fa parte anche di un mio sogno nel cassetto: portare mio figlio in una delle mie spedizioni in tenda in montagna. Vista la giovane età la cosa va pianificata con maggiore attenzione rispetto a quando viaggio da solo ma si può fare. Mi piacerebbe riuscire a farla diventare un’abitudine ma sono consapevole delle difficoltà…cibo e sistemazione per due, un bimbo che cammina poco, il freddo…mi piacerebbe raccontare questa piccola avventura a tutti i papà fotografi che continuano a dirmi che con i figli è impossibile andare a fotografare i luoghi che ritraggo io.

per saperne di più su Emi:

Pagina Facebook EDZphotography

Profilo Instagram emidellizuani

Sito web .edz-photography.com

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

4 commenti

  • Rispondi settembre 26, 2013

    leli_pat

    Vi ricordate l’ultimo giovedì del mese a cosa era dedicato?

    alla scuola di Fotografia di @edz e per… http://t.co/gU9FWChU2Z

  • Rispondi settembre 28, 2013

    Amisaba

    ‘quale traiettoria avranno sole e luna’ è bellissimo! 🙂

    • Rispondi settembre 28, 2013

      miprendoemiportovia

      grazie Amina! ci mancava un sacco la tua presenza qui 🙂

  • Rispondi ottobre 3, 2013

    Emiliano Delli Zuani

    Emiliano Delli Zuani liked this on Facebook.

Più che un fotografo è un nomade, quando non è impegnato ad insegnare fotografia in uno dei suoi workshop o ad assecondare un cliente per un servizio fotografico, l'istinto lo porta a mollare tutto per esplorare mari e montagne. Da poco ha felicemente scoperto che suo figlio di 4 anni ha nel sangue la sua stessa irrequietezza e quindi partono in due con tenda, zaino e macchina fotografica.