Visitare Bordeaux: eleganza e joie de vivre

Ci sono città che non avevi in programma di visitare e che invece sanno stupirti come e forse di più di altre mete blasonate e famose. Una di queste è Bordeaux, città portuale del Sud Ovest della Francia, conosciuta per l’omonimo vino che si produce nella zona. Di passaggio per raggiungere la regione di Poitou-Charentes, Bordeaux è stata una piacevole sorpresa: situata di fronte all’Oceano Atlantico e attraversata dal fiume Garonna, la sua eleganza e raffinatezza ti colpisce subito appena entri in città e ti imbatti nelle antiche porte d’ingresso cittadine, nei suggestivi ponti che attraversano il fiume e nei settecenteschi edifici che si susseguono uno accanto all’altro.

visitare bordeaux

place de la Concorde

Il centro storico si può girare tranquillamente a piedi. Sarebbe davvero un peccato non fermarsi a contemplare i tranquilli angoli della città pieni di caffè e spazi verdi dove la gente del posto ama sostare, alternandoli alle vie più animate da negozi, ristoranti e turisti chiacchieroni come Rue St. Catherine, il viale più lungo d’Europa dedicato allo shopping. Proprio da qui ho iniziato la mia esplorazione della città: da Place de la Victoire, dove si staglia l’imponente porta d’Aquitania, uno degli storici ingressi alla città vecchia, ho imboccato la kilometrica Rue per tuffarmi subito nella vivacità di Bordeaux.

Bordeaux

Grande Theatre

Tra negozi, botteghe e caffè, mi colpisce subito una favolosa vetrina di canelés, tipici dolcetti a base di vaniglia che devono il loro nome alla forma degli stampini con cui vengono preparati (a forma di fiore). Sono davvero deliziosi e ne faccio subito razzia. Il viale conduce verso l’ariosa Place de La Comédie dove si trovano alcuni grandiosi edifici settecenteschi, tra i quali spicca il Grand Theatre, l’opera nazionale. Proseguendo a piedi si raggiunge la più grande piazza della Francia e una delle maggiori d’Europa, Place de Quinconces. Circondata tutt’intorno dagli alberi e dal monumento ai Girondini, è anche la principale stazione dei tram, un ottimo ed efficiente mezzo di trasporto per muoversi in centro. Decido di sedermi un attimo su una delle tante panchine a osservare il viavai della gente del posto. L’atmosfera è rilassata e l’assenza di traffico di questa zona permette di godersi tutta la bellezza di questa città.

visitare bordeaux

Place de Quinconces

Proseguendo verso la Garonne mi sposto verso una delle zone più belle e vivaci di Bordeaux: il lungofiume, da sempre fulcro della vita commerciale e turistica della città. Raggiungendo Place de la Bourse rimango estasiata dall’eleganza di questo posto: la sua forma a ferro di cavallo, dove si staglia imponente il Palazzo della Borsa, la fontana delle Tre Grazie al centro e l’effetto a specchio del miroir d’eau creano un insieme armonico davvero unico. Il miroir d’eau è un piazzale singolare, formato da una lastra di granito ricoperta da un sottile strato di acqua, dove sia i turisti che la gente del posto amano passeggiare bagnandosi i piedi. Un ottimo rimedio contro la calura estiva! Continuando il mio giro tra i monumenti e le piazze del centro storico raggiungo il quartiere di Saint-Pierre, uno dei più animati della città, dove si trova l’omonima chiesa cinquecentesca. Mi perdo tra le labirintiche vie lastricate di questa zona, dove osservo le facciate degli edifici leggermente scurite dall’erosione marina.

visitare Bordeaux

la boite a Huitres

Percorrendo una di queste vie intravedo in lontananza le guglie della cattedrale di Sant’Andrea, una splendida chiesa in stile gotico consacrata nell’anno mille, con due imponenti torri. Mi fermo in questa piacevole piazza e mi siedo nel caffè di fronte per assaggiare uno dei must della cucina francese, la croque monsieur: una sorta di sandwich grigliato farcito con prosciutto e formaggio groviera, ricoperto da besciamella. E’ golosissimo! Decido di esplorare anche gli altri quartieri della città e un modo molto simpatico per farlo è quello di prendere un tour bus che parte proprio di fronte al Teatro: non è eccessivamente turistico e ti permette, soprattutto se non hai molto tempo per visitare la città, di vederne anche i quartieri più periferici (come la Bastie sulla riva destra della Garonne).

Visitare Bordeaux

Grosse Cloche

Passiamo di fronte alle principali porte antiche cittadine, alcune davvero belle come la medievale Porta Cailhau costruita alla fine del XV secolo e la Grosse Gloche, che significa “grosso orologio”, costruita nel 1400. Ma ancora una volta a colpire la mia attenzione è il lungofiume e la sua vita: il quartiere è stato riqualificato di recente ed è bellissimo vedere le persone camminare, pattinare o semplicemente prendere il sole lungo le rive del fiume. Da non perdere anche una passeggiata sul Pont de Pierre, il primo ponte costruito sulla Garonna nell’800. Un bel posto dove rilassarsi dopo una bella scarpinata a spasso per la città è il Jardin Public, un bel parco con dei laghetti artificiali all’interno del quale si trova anche il Jardin Botanique, pieno di piante provenienti da tutto il mondo.

visitare bordeaux

Miror d’Eau

Bordeaux è famosa per l’omonimo vino che viene prodotto in queste terre nei numerosi chateaux che costellano la campagna appena fuori città e che vale la pena di andare a visitare. Ma se non avete tempo, potete sempre fare come me una degustazione in una delle enoteche del centro. Io ho scelto la vineria Bordeaux Magnum e un simpatico gestore mi ha fatto provare alcune varietà di bianchi e rossi davvero meritevoli. Ma Bordeaux non è rinomata solo per i vini: è uno dei maggiori di centri di produzione e raccolta delle ostriche, che vengono allevate nella vicina Archachon. Lo so, molti storcono il naso al solo pensiero di mangiarle, ma per giudicare davvero la bontà di questo particolare mollusco vi invito a provarlo qui e vi suggerisco un posto carino ed economico, la Boîte à Huîtres, un piccolo e grazioso ristorantino specializzato in pesce e frutti di mare. Ordinate il piatto da degustazione di ostriche accompagnandolo con un buon calice di bianco fresco. E per spezzare un po’ il gusto di mare prendete una salsiccia (questo è un trucchetto che mi hanno insegnato qui). Semplicemente superbe!

Bordeaux è una città affascinante che merita di essere visitata con calma per esplorare tutti i suoi quartieri e apprezzarne la “joie de vivre” che la pervade in ogni angolo.

Post scritto dalla tata collaboratrice Cristina Pasin

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

1 commento

viaggiatrice appassionata, vive in simbiosi con la sua valigia, che dal Friuli l’ha portata in giro per il mondo. Ama fare esperienze autentiche e vivere in mezzo alla gente del posto, alla ricerca di emozioni vere. Ha viaggiato molto in Italia e visitato gran parte delle capitali europee, ma ha un debole per il Sudamerica e la sua cultura, che ha conosciuto attraverso due incedibili viaggi on the road in Messico e Perù. Travel blogger per passione, il suo blog è www.parliamodiviaggi.it.