Villa della Genga: luogo antico e di charme in Umbria

Oggi vi parliamo di un luogo antico che riposa fra gli uliveti umbri: Villa della Genga. Un luogo che è stato residenza di caccia di Papa Leone XII e che è arrivato fino ai giorni nostri per essere trasformato in residenza di charme, country house lussuosa e da sogno.

villa della genga villa della genga

villa della genga Se ripenso al nostro soggiorno a Villa della Genga penso ad un appartamento che mi ha rubato il cuore, il Grottone, ricavato nella vecchia cantina dove si teneva il vino. Le parole non servono per spiegarne la bellezza quindi ci serviremo delle immagini. Non mi era mai capitato di vedere un appartamento ricavato in una grotta. Ma la particolarità ancora maggiore è l’arredamento di design che ben si integra nel contesto naturale. Non sarei più venuta via. “Io qui ci vorrei abitare” mi sono detta.

villa della genga villa della genga villa della genga villa della genga Il Grottone è una delle tre country house di charme presenti a Villa della Genga tutte rigorosamente dotate di internet, tv, dvd, a/c e con arredi originali dell’epoca. Gli appartamenti sono adiacenti alla villa padronale dove ancora vivono i coniugi. Il giardino è immenso e terrazzato sugli uliveti.

villa della genga villa della genga

Ognuna delle Case presenta una particolarità che richiama alla tradizione, ad esempio La Colombaia conserva il focolare e l’acquaio in pietra di un tempo, dalla scala in pietra si accede alla torre colombaia in cui è stata ricavata una stanza.
villa della genga villa della genga

villa della genga Oppure Gli Ziri dall’antico nome con cui si chiamavano gli orci dell’olio. La stanza degli ziri è a volta ed è piena di fiori che inebriano l’aria. villa della genga

villa della genga villa della genga villa della genga Dalla finestra lo sguardo spazia all’infinito fra gli uliveti e intravede la piscina ad ossigenazione naturale ricavata riprendendo i terrazzamenti di ulivi per ricreare l’immagine degli abbeveratoi degli animali.

villa della genga villa della genga Villa della Genga fa parte del consorzio le Terre di Poreta che comprende anche il Borgo della Marmotta (di cui vi abbiamo già parlato ricordate?) in un mix tra tradizione e progresso. Da generazioni qui a Villa della Genga si produce l’olio così come ci racconta, Filippo, il proprietario, accompagnandoci alla scoperta della Villa.

villa della genga villa della genga villa della genga villa della genga villa della genga “Innanzitutto per noi Villa della Genga è casa, chi viene qua condivide un pezzo di casa mia, chi anche solo acquista una bottiglia di olio si porta a casa un pezzo di villa della Genga, per noi l’olio è importantissimo, lo produciamo da generazioni. Chi viene da noi torna gli anni seguenti, addirittura ci sono ospiti che ci lasciano la bicicletta dicendoci di non preoccuparci tanto torneranno, per me questa è una delle più grosse soddisfazioni”.

villa della genga

Che ne dite, vi è venuta un po’ voglia di lasciare qui anche la vostra bicicletta? Però poi ci invitate a cena nel Grottone vero?

 

Qualche informazione in più:

Villa della Genga

Fraz. Poreta, 1 | 06049 Spoleto

Tel. (+39) 0743.274137

info@leterrediporeta.it

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

2 commenti

  • Rispondi luglio 30, 2013

    Manuela

    Adoro i posti immersi nella natura ancor più in Umbria, che offre paesaggi spettacolari! 🙂 Bellissime immagini, come sempre!!!

    • Rispondi luglio 31, 2013

      miprendoemiportovia

      grazie!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.