La valle del Raganello: il balcone verde affacciato sul golfo di Sibari

Ciao a tutti! Sono la tata collaboratrice Cristina Civitillo e dal 18 luglio racconterò l’esperienza del blogtrip adventure Timpe e Gole del Raganello promosso per far conoscere quest’area selvaggia al confine tra Basilicata e Calabria.

La Valle del Raganello in quanto appartenente al Parco nazionale del Pollino fa parte del Network Nazionale della Biodiversità ed applica  una politica ambientale che prevede: la prevenzione dell’inquinamento; il miglioramento delle proprie prestazioni ambientali; la salvaguardia della biodiversità e la tutela delle emergenze naturalistiche e ambientali nel perimetro del parco; la promozione e valorizzazione socio-economica del territorio attraverso azioni coordinate con gli altri attori che operano nel territorio; la promozione di attività di educazione, di formazione e di ricerca scientifica; la prevenzione degli incendi boschivi; la comunicazione verso l’esterno delle proprie iniziative e progetti.

Gole del Raganello

Se viaggiare nella natura aiuta a ritrovare ritmi perduti e sapori dimenticati, a rispolverare tutti i sensi appannati dall’inquinamento atmosferico, sonoro, luminoso, alimentare in cui siamo immersi, quest’esperienza si preannuncia davvero elettrizzante.

Il trekking ci farà scoprire questa vallata che trae il suo nome dal torrente che la attraversa scavando gole profonde fino ad aprirsi in una fiumara che sfocia sul mare Jonio, invece le “timpe” in gergo locale fanno riferimento alle alture rocciose di origine carsica; mentre fare canyoning permetterà di scivolare all’interno di stupendi canyon levigati dall’acqua.

Gole del Raganello

Nei comuni della valle (Civita, Francavilla Marittima, Cerchiara di Calabria, San Lorenzo Bellizzi e Alessandria del Carretto) storia, tradizioni gastronomiche e vita quotidiana si intrecciano e parte dei soldi spesi in turismo ecosostenibile vengono reinvestiti per la tutela delle meraviglie naturali e delle comunità locali.

Molti agriturismi si stanno organizzando per agire green: ristrutturazioni di antiche costruzioni mediante materiali originali; riuso delle acque; prodotti biologici; attività sul territorio che puntano a coinvolgere gli ospiti nei compiti agricoli, nei progetti di rimboschimento, nella scoperta di luoghi incontaminati e di mestieri dimenticati.

Insomma, la valle del Raganello è uno scrigno verde dei cui tesori vi parlerò nei prossimi giorni, seguitemi su Twitter e Facebook.

 

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.