Viaggio in Abruzzo: scoprire la bellezza di Vasto

Quando Francesca ci ha accolto a Vasto durante #IloveAbruzzo la prima cosa che ci ha detto è stata: “Vi farò girare la città seguendo i luoghi che amo di più“. E quale miglior cicerone ci può essere di una persona che vive il territorio da autoctona, lo ama e ha voglia di mostrarlo al mondo intero? Vasto è stata una vera scoperta. Abbiamo attraversato l’Abruzzo varie volte per arrivare in Puglia. Attraversato punto. Fermati mai. E invece, fidatevi di noi, l’Abruzzo merita di essere visitato e conosciuto perché è affascinante per la sua gente ospitale, per la bellezza e la varietà del territorio e per la saporita cucina.

In questo post seguiremo le orme di Francesca e vi accompagneremo in un viaggio virtuale alla scoperta di questo splendido angolo d’Italia.

Dove dormire a Vasto

Vasto è piena di campeggi, agriturismi, hotel per tutte le tasche e per tutti i gusti. Però c’è un luogo che non dovete perdervi e questo luogo si chiama Bagni Vittoria. Marco che ha aiutato Francesca ad organizzare #Iloveabruzzo ci aveva avvisato, “si dorme a bordo mare col rumore dell’acqua che ti dà la buonanotte” ed è proprio così. Una decina di boungalow bianchi e moderni con alcune chicche di design non indifferenti come le Panton chair di Vitra che adoriamo. L’esterno è anch’esso curato nei minimi particolari e un paesaggio incredibile fa da cornice: blu all’infinito, rocce e qualche barca che passa ogni tanto. Poi una roulotte adattata a bar per le colazioni, con oggetti di modernariato che Luigi il proprietario ama raccoglie in giro per mercatini. “Qui vorremmo che la gente venisse per riposarsi” ci confida e noi non vorremmo più andar via.

Bagni Vittoria

Bagni Vittoria

Bagni Vittoria

Bagni Vittoria

Dove mangiare a Vasto

Avevamo già conosciuto i Trabucchi in Gargano ed era stato affascinante mangiare su quella macchina che un tempo raccoglieva il pesce dal mare, è per questo motivo che quando nel programma di #Iloveabruzzo abbiamo visto che era previsto un aperitivo sul Trabocco ci siamo entusiasmati! I trabocchi in Abruzzo sono diversi, non solo per quella u che diventa o ma perchè non sono attaccati alla terra ferma come i cugini pugliesi ma collegati da una passerella sul mare. Immaginatevi la nostra avventura nel percorrerla visto che il cielo minacciava grandine e la pioggia già scendeva a catinelle. Ma nonostante il maltempo il fascino non è cambiato. Sul trabocco ci sono ancora le braccia per pescare dal mare che i proprietari utilizzano per pescare qualche pesce che integra il servizio del ristorante che si serve del mercato del pesce di Vasto. Giovani ed intraprendenti i proprietari del Trabocco Le Cungarelle hanno acquistato il trabocco grazie ad un amore viscerale per il mare. Le mogli presenti, nel raccontare la loro storia un po’ si lamentano e un po’ sorridono amorevolmente e concludono: “alla fine per vederli e passare del tempo con i nostri mariti l’anno scorso abbiamo accettato di aprire un ristorante e per il momento le cose vanno molto bene“. Sul trabocco si può pranzare e cenare con menu fisso a 50 euro ma è possibile usufruire anche di una promozione che prevede di pernottare a Bagni Vittoria e cenare qui per 75 euro a persona. Il pesce è di ottima qualità, chiedete le bruschette con salmone…mmm che acquolina!

trabocco Lu Cungarelle

trabocco Lu Cungarelle

trabocco Lu Cungarelle

Sulla statale c’è un posto che è impossibile dimenticare per il modo eccentrico in cui è arredato, per la bontà esclusiva dei suoi arrosticini cotti alla brace e per il proprietario istrionico, alla mano e vulcanico. Un luogo dal nome alquanto strano Lu Barrott de Nicola. Con una spesa di 25 euro a persona si può mangiare un succulento menu che spazia dagli antipasti a due primi piatti per terminare con carne alla brace da leccarsi i baffi. Ma la cosa più interessante è lasciarsi guidare alla scoperta degli arredi, un vecchio wc che fa da fioriera e che reca le mitiche parole di De Andrè “dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori” oppure dall’altare pieno di lampadine colorate con una Maria super luccicante al centro o cervi di carta orfani di un orecchio perchè, cito le testuali parole scritte a fianco “un coglione la sera di capodanno me le ha staccate”. Ecco ho detto tutto, non vi resta che verificare coi vostri occhi.

Dove andare la sera

Se amate come noi le birre artigianali e siete alla ricerca di un posticino carino in cui passare la serata a Vasto andate alla Drogheria del Buonconsiglio dove già il nome è una garanzia non trovate? Tre soci giovani con amore per ciò che fanno. Hanno vissuto fuori Vasto e poi sono tornati per portare alla città che amano un valore aggiunto, un luogo in cui bere bene e consapevole. Privilegiano i piccoli produttori e il modo in cui viene fatta la vinificazione dei vini, rigorosamente senza solfiti. Tre le spine di birra artigianale a rotazione. Alla mescita si affiancano taglieri di salumi e formaggi di produttori locali. Il luogo è intimo ed accogliente. “Chi viene qua è come se si sedesse alla nostra tavola” ci dicono versandoci altro vino.

Drogheria del Buonconsiglio

Drogheria del Buonconsiglio

Se invece siete più tipi da dolci e gelati allora andate alla pasticceria Pannamore . I prezzi sono abbordabili (almeno per chi viene dal Nord Italia come noi), i proprietari eccezionali e i dolci squisiti.

Pasticceria pannamore

pasticceria pannamore

Vasto e l’Abruzzo ci sono davvero piaciuto, continueremo a parlarvene nelle prossime settimane perchè una puntatina secondo noi merita davvero!

Indirizzi utili a Vasto

Bagni Vittoria Strada Statale Adriatica Nord B SS16 NORD Scogliera Casarsa Vasto Marina 66054 Vasto  Telefono 3475432002

Trabocco Le Cungarelle Loc. Casarsa S.S.16 Km.516+500 Vasto Marina Info e Prenotazioni: 340.8629815

Lu barrott’ di Nicola Contrada Crivella 6, 66020 Pollutri Telefono 340 9225205

Drogheria del Buonconsiglio Via Buonconsiglio, 5 · Vasto Prenotazioni e info: tel. 0873.36.43.27

Pasticceria Pannamore Via Maddalena 71/B, 66054 Vasto Contatti 0873368803

 

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.