Un viaggio nella Bit 2013

Orecchiette pugliesi, musica araba, fotografie di posti esotici, henne, sushi, appuntamenti per gli operatori e chi più ne ha più ne metta. Questa è Bit 2013 la Borsa internazionale del turismo di Milano che anche quest’anno ha aperto i battenti per gli operatori e che da oggi vedrà la volta del pubblico.

Quattro padiglioni divisi in due parti Italia (1-3) e Mondo (2-4).

Indubbiamente il turismo risente della crisi economica internazionale soprattutto in Italia ma ciò non toglie che l’attenzione verso il settore sia ancora alta.

Personalmente ho apprezzato alcune destinazioni che hanno saputo comunicarsi al meglio con attività coinvolgenti.

Ho partecipato ad un’interessantissima show cooking presso lo stand della Puglia, i miei amici giovedì sera hanno imparato a fare le orecchiette mentre venerdì io ho preso parte ad un’esibizione ad opera della masseria Sant’Angelo. Orecchiette di grano arso con crema di cicerchie al profumo di basilico e primo sale accompagnate da Nero di Troia. Il 22 giugno sarà la notte bianca delle masserie

Giovedì 14 in tutto il mondo si è ballato contro la violenza alle donne grazie all’evento organizzato dal V-Day International One bilion Rising che grazie alla regione Basilicata e diventata realtà anche alla Bit. La Basilicata è un’altra meta interessante che vorremmo presto approfondire.

Sono rimasta entusiasta dalla mostra instagram #sestosensomarche organizzata appunto dalle Marche, scatti coinvolgenti che fanno vedere i diversi lati della Regione.

Sempre Giovedì siamo stati impegnati presso lo stand della regione Trentino per le premiazioni di #paganelladaurlo, vi ricordate il contest al quale abbiamo partecipato grazie anche al vostro sostegno qualche settimana fa? Juri Chechi e Antonio Rossi hanno consegnato il premio della giuria. Hanno apprezzato tantissimo il nostro post che hanno menzionato per la capacità di raccontare con gli occhi di un bambino che poi diventa grande e rivede le cose da un altro punto di vista. E’ stato emozionante sentirli parlare di ciò che abbiamo scritto con tanto impegno anche se poi il premio è andato ad un altro blog.

Ma ritorniamo alla Bit.

Come vi dicevo i padiglioni 2 e 4 sono dedicati al mondo. Vi consigliamo di passare da Emirates e provare la simulazione del posto di first class fra stelline sul soffitto per ricreare il cielo notturno, sedia che diventa un comodo letto e poltrona massaggiante.

Oppure se volete assaggiare un autentico sushi o farvi scrivere il vostro nome in giapponese vi aspetta lo stand del Giappone. Per musica e balli arabi invece c’è lo stand dell’Algeria. Molto interessante vedere la presenza della Cina, Dell’Iran e della Persia.

Entrare nella parte Mondo è entusiasmante, non sapevo più cosa scegliere, le suggestioni per nuovi viaggi sono numerosissime ed io ho già voglia di partire.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

3 commenti

  • Rispondi febbraio 19, 2013

    andreainthailandia

    sai che io il volo Emirates in business ho avuto il piacere di provarlo (non first class ma comunque con poltrona che faceva il massaggio e tutto il resto)… un lusso che solo la fortuna di un upgrade ha potuto rendere vero… 🙂

    • Rispondi febbraio 19, 2013

      miprendoemiportovia

      wow, anche noi sogniamo sempre di incappare in overbooking 🙂

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.