Cinema divino tra vini e film in cantina

La sala ha il soffitto di stelle.

In sottofondo il ticchettio del proiettore 35 mm spezza il silenzio circostante.

Tu sei comodamente seduto  e assaggi tre diverse tipologie di vini.

image

E’ un sogno? No è realtà grazie a Cinemadivino che quest’anno arriva alla nona edizione in Emilia Romagna ed apre i battenti anche in Toscana, Sardegna, Marche, Abruzzo, Piemonte e Lombardia.

image

La manifestazione, che abbina il vino a grandi pellicole, è partita a Giugno e terminerà il 10 Settembre con una grande festa conclusiva a Faenza (il programma è consultabile anche tramite app per I Phone).

Su invito di Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna vi abbiamo preso parte giovedì scorso a Scandiano nei pressi di Reggio Emilia.

image

La serata è stata molto piacevole complice il buon vino autoctono (abbiamo degustato della Spergola e del Lambrusco) abbinato ad un film delicato e aspro come “The Rum diary”. Unico neo la location, la corte interna della Rocca dove l’illuminazione lascia un po’ a desiderare. Avremmo preferito una cantina vinicola come in altri appuntamenti accade e un produttore amante del proprio lavoro a spiegarci le differenze dei vari vini.

image

Guardarsi un film all’aperto, nelle sere d’estate, è uno dei tre piaceri più intensi della vita. Il secondo è godersi un buon bicchiere, magari accompagnato dai sapori giusti. Il terzo (in ordine di apparizione e non di merito) è una buona compagnia, amichevole, affettuosa, erotica, sentimentale o più semplicemente gradevole.   – Massimo Montanari –

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.