Al mare, sfidando la pioggia fra Pesaro ed Urbino

image
Ma quanto è bello il mare infuriato d’estate? Luca mi corregge: “è sempre bello il mare!” Ed è proprio vero. Perché disperarsi se un weekend che abbiamo programmato al mare sarà nuvoloso o anche un po’ piovoso? Ieri eravamo indecisi se partire o no e alla fine ci siamo detti: “perché no?” Mai decisione fu più azzeccata.
image
Il risultato è un bellissimo fine settimana dedicato alla buona cucina nei pressi di Pesaro.
“..non si deve mai maledire nulla che cada dal cielo. Nemmeno la pioggia.” (La bastarda di Istanbul di E. Shafak)
image

Qualche indirizzo:
L’angolo di Mario, lungomare di Pesaro, locale romantico-chic in cui si mangia buon pesce in grandi porzioni.

Bagnacciuga, lungomare fra Pesaro e Fano, locale a km zero che aderisce alla campagna “imbrocchiamoli” dedicata all’acqua del rubinetto, in cui gustare un ottima tempura di spada e zucchine come antipasto e per primo una carbonara di pesce.
image
Agriturismo Olimpo-parco degli Dei fra Pesaro e Urbino nella campagna marchigiana, camere spaziose e agresti, buona carne alla brace e piscina con idro.
image

E a voi è mai successo di passare un week end con tempo nuvoloso e ne conservate comunque un bel ricordo?

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

16 commenti

  • Rispondi luglio 22, 2012

    Chris

    Bravi, mai farsi scoraggiare dal brutto tempo che a volte regala momenti particolari al di fuori dalla consuetudine di un weekend di sole al mare. Con la pioggia a volte le citta’ e la natura cambiano ed e’ proprio questo che rende un viaggio/vacanza interessanti: le cose non pianificate sono a volte le piu’ sorprendenti.

    • Rispondi luglio 23, 2012

      miprendoemiportovia

      noi adoriamo farci sorprendere dalle cose non organizzate, grazie Chris hai colto in pieno ciò che volevamo comunicare con questo post.

      Elisa e Luca

  • Rispondi luglio 23, 2012

    Giovy

    Adoro quella zona delle Marche e l’ho vista in pieno autunno innamorandomi dei suoi colori.

    • Rispondi luglio 23, 2012

      miprendoemiportovia

      Ciao Giovy,

      wow chissà che colori in autunno! Devo dire che già ieri con quei nuvoloni cupi, bluastri e indomabili il paesaggio assumeva già tutta un’altra idea rispetto a quando c’è il sole.

  • Rispondi luglio 23, 2012

    silviaceriegi

    Elisa, poi citi anche la bastarda di Instambul..sei il mio mito…
    a proposito, ad Istambul ci siete stati voi?? io aspetto che la creatura cresca un pò…l’ho in pancia da parecchio…complimenti ancora!!

    • Rispondi luglio 23, 2012

      miprendoemiportovia

      Silviaaaaa!
      l’hai letta? Un libro molto bello che mi ha appassionata tantissimo anche se sul finale…mi ha lasciata un pò interdetta…non ho ancora un’opinione chiara, l’ho finito proprio ieri e proprio con un tempo piovoso che aderiva perfettamente alla sensazione comunque di bellezza che si era impossessata di noi 🙂
      Instambul, sì ci sono stata nel 2007 per Pasqua per pochi giorni insieme a delle amiche e avrei già voglia di tornare anche per farla conoscere a Luca. E poi dopo aver letto questo libro vorrei andare alla ricerca del Caffè Kundera 😀
      Quando sono stata mi era sembrata una città molto tranquilla anche da “creatura” te la consiglio vivamente!

      • Rispondi luglio 23, 2012

        silviaceriegi

        l’ho letto un paio di estati fa…giusto prima di restare incinta…mi è piaciuto da matti…tra bazar e budini mi sembrava di essere lì…ma sul blog ne hai scritto un pò?? indicami, linkami..o sennò scrivine…troppo bella per perdersela!! appena finiamo lo svezzamento…è già a budget!!

        • Rispondi luglio 23, 2012

          miprendoemiportovia

          Silvia! sul blog ho scritto solo un decimo dei viaggi che ho fatto fin’ora :((( e Instambul sta nel restante 90% e poi i ricordi sono già un pò sfumati ma il tuo è un bello sprono per raccogliere le idee e scriverne magari ispirandomi alla bastarda di instambul 🙂 tu hai letto qualcos’altro di lei?

      • Rispondi luglio 23, 2012

        silviaceriegi

        non ho letto altro di lei…purtroppo…dai, un post di assaggio su Istambul “me” lo fai?? daiiiii!!!

        • Rispondi luglio 23, 2012

          miprendoemiportovia

          se me lo chiedi così come faccio a dirti di no 😀 😀 😀

          • luglio 23, 2012

            silviaceriegi

            grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
            lo aspetterò con ansia…e lo sentirò un pò mio…a proposito, a fine settembre riprendo le “interviste del mercoledì”…sei prenotata!! col consorte, ovvio!!

          • luglio 23, 2012

            miprendoemiportovia

            Ok! me lo sono già segnata scrivendo a lato il tuo nome 😀
            che bello sarebbe essere ospiti sul tuo blog, ci farebbe davvero molto piacere!
            grazie di cuore

          • luglio 23, 2012

            silviaceriegi

            fate conto di esserci già!!

          • luglio 23, 2012

            miprendoemiportovia

            😀 😀 😀

  • io sono nata in un posto di mare, quindi per me non c’è niente di più bello che goderselo 365 gg su 365, pioggia o sole che sia!!! Avete fatto proprio bene, mia nonna diceva “Ogni lasciata è persa” e invece voi ve la siete vissuta fino in fondo!

    • Rispondi luglio 23, 2012

      miprendoemiportovia

      Hai proprio ragione infatti siamo molto soddisfatti del nostro week end 😀 oggi tornare al lavoro aveva tutto un altro sapore! E poi penso che sia proprio importante imparare ad accettare ciò che viene. Se penso a tutti quei turisti che evitano tante mete oltre oceano solo perchè c’è la stagione delle piogge proprio non li capisco. I ricordi più belli dei miei viaggi sono legati anche ai temporali! Ricordo ancora un acquazzone pazzesco appena atterrata in Cambogia…

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.