Un arcipelago da favola: Bocas del Toro

 

Qualche giorno fa Alessio ci ha chiesto un consiglio sulla splendida Panama di cui abbiamo già parlato in passato in particolar modo di Panama City e delle Isole San Blas.

Il terzo luogo da sogno per una vacanza indimenticabile in pieno centro america è senza dubbio l’arcipelago di Bocas del Toro. A soli 32 Km dal confine con la Costa Rica (paese stupendo di cui vogliamo parlarvi presto) consiste in 9 meravigliose isole di cui alcune inabitate e più di duecento isolotti. Le isole sono ricoperte di una vegetazione rigogliosa che si apre su splendide spiagge bagnate da acque turchesi al cui interno regna una maestosa vita marina.

Tre sono le isole abitate:

Isla Colon la più grande e sviluppata isola dell’arcipelago in cui attraccano le lance provenienti dalla terraferma e da dove partono gli aerei per altre destinazioni. E’ nel pieno dello sviluppo, è la più caotica delle tre e per me la meno interessante. Vi consigliamo comunque di passarci una notte se volete far serata siccome dal punto di vista del divertimento è la più viva. Gli unici sportelli bancomat si trovano qui.

Isla Bastimento: a soli dieci minuti di barca da Colon, Bastimento è senza dubbio un altro mondo. Ancora selvaggia e poco sviluppata è per lo più ricoperta di foresta e mangrovie. Due sono i paesini Quebrada Sal e Old Bank entrambi piccoli con qualche negozietto, una scuola elementare e poco più. E’ un parco marino in cui gli abitanti parlano ancora la lingua locale il gali gali. Se pernottate qui vi consigliamo la Pension Tio Tom gestita da una signora tedesca offre camere pulite ed elementari ma molto confortevoli. Chiedete di poter stare su quella esterna che dà sul pontile, avrete per pochi soldi la vostra amaca su cui sdraiarvi e contemplare l’arcipelago.

Isla Carenero: a pochi metri da Colon ma raggiungibile solo in barca è un vero paradiso di quiete e pace. Sull’estremità dell’isola che guarda verso Bocas (la città principale di Colon) vi consigliamo di godervi il tramonto sorseggiando il vostro cocktail presso l’ostello dell’isola.

A Bocas del Toro l’unico modo per potersi spostare da un’isola all’altra (le macchine si trovano solo su Colon) è tramite i taxi boat piccole lance da massimo una decina di persone che per un dollaro a corsa ti portano da un’isola all’altra. Per arrivare a Bocas via terra occorre prendere un water taxi da Changuinola al confine col Costa Rica, gli water taxi partono regolarmente varie volte al giorno per un percorso della durata di circa 45 minuti che attraversa un suggestivo canale. Via aerea è invece possibile raggiungere Bocas direttamente dall’areoporto di Bocas del Toro tramite Air Panama.

L’attività più gettonata a Bocas è il relax sulle splendide spiagge o lo snorkeling alla barriera corallina. Vi consigliamo di prendere parte ad una gita organizzata dai taxi boat oppure di progettarvi la vostra gita in autonomia, comunque a fine giornata ne sarete soddisfatti!

Le spiagge che a noi sono piaciute di più sono state:

– Bocas de Drago all’estremità occidentale di Colon dove poter fare snorkeling e rilassarsi;

– Wizard Beach con la sua sabbia bianchissima a Bastimento;

– Playa Rana Roja che deve il suo nome alle piccole rane rosse che popolano la foresta retrostante;

– Cayo Coral che deve il suo nome ai coralli che popolano le sue acque oltre a pesci tropicali di ogni genere.

Sfortunatamente in molti si sono accorti di quanto queste isole siano meravigliose e i buldozzer hanno già fatto il loro ingresso quindi vi consigliamo di visitare questo paradiso al più presto.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

1 commento

  • Rispondi giugno 5, 2012

    amisaba

    Mentre leggevo il post mi è sembrato di essere lì. Che bei posti per una vacanza di natura e relax.

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.