Quando la terra trema…

Quando la terra trema e ritrema si è più portati ad andare al succo delle cose, all’essenzialità e forse è per questo che da ieri facciamo fatica a twittare o aggiornare la nostra pagina FB.

Ci si stringe insieme a famigliari e amici, si ha bisogno di concretezza, di calore umano.

Noi di miprendoemiportovia abitiamo a Reggio Emilia e la metà della coppia lavora a Carpi, i nostri famigliari abitano a San Martino in Rio e alcuni amici a Rovereto. Insomma siamo nel pieno della zona che è stata colpita dal terremoto.

Mentre scrivo lo faccio dal pc posizionato nel giardino dei miei genitori. Preferisco stare all’aperto, almeno sai cosa aspettarti.

Strana questa sensazione…la mancanza totale di controllo su ciò che succederà dopo. La necessità di mettere un punto. Lo stress di non poter sapere se e quando questo punto arriverà.

Poi le notizie ti circondano: chi dorme in macchina, chi si trasferisce da amici, chi non ce la fà a lasciare la propria casa.

Sono così questi giorni emiliani. Sospesi.

E mentre scrivo mi arrivano le parole di conforto di Francesca conosciuta in un blog tour in Trentino.

Ecco la cosa più bella è la solidarietà e il sostegno che piovono da ogni parte.

Tutta l’Italia si stringe intorno a voi ci scrive.

E’ vero e noi lo sentiamo.

Segue un post fotografico su ciò che oggi 02 giugno 2012 abbiamo visto portando aiuti di generi alimentari fra Cavezzo e Rovereto.

Centro di Cavezzo di Modena

Ragazzi dell’Aquila incontrati nel centro raccolta di Cavezzo: dall’Aquila all’Emilia la solidarietà si vive e si respira

Rovereto sul Secchia case distrutte, paese molto colpito

Campo sfollati organizzato dai volontari del paese in centro

Quattro bagni chimici per tutti gli sfollati del centro. La protezione civile ad oggi ancora manca

Tendopoli autogestita, mancano materassini e docce

Per chi volesse rimanere informato sulla situazione terremoto a Rovereto può tenersi aggiornato tramite il sito dell’associazione di volontari e cittadini insiemexrovereto

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

4 commenti

  • Rispondi maggio 30, 2012

    blog100days

    Siamo appena rientrati dalla Francia, non sappiamo che dirti se non che ti siamo vicino! Già la prima volta che abbiamo saputo del terremoto ci siete venuti in mente e continuiamo a stare in apprensione. Un abbraccio forte.

    • Rispondi maggio 30, 2012

      miprendoemiportovia

      Grazie amici!

      ci hanno fatto molto piacere i vostri tweet sia del 20 sia di oggi. Grazie davvero!
      Elisa e Luca

  • Rispondi maggio 30, 2012

    amisaba

    Elisa e Luca, vi ho incontrato da poco sul web grazie a #terresienayoung. Seguendo il vostro blog ho capito che siete di Reggio Emilia e ieri vi ho pensato. Questa mattina ho letto un vostro tweet e mi sono rasserenata. Un abbraccio.

    • Rispondi maggio 31, 2012

      miprendoemiportovia

      Grazie mille davvero per il sostegno, in questi casi le parole amiche contano tanto. Sono giorni difficili. Ieri siamo stati a Rovereto di Modena a trovare alcuni amici e davvero là la situazione è devastante.
      Un abbraccio
      Elisa e Luca

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.