Dolomiti Ski Jazz 2012

Dal 10 al 18 marzo è tornato letteralmente in pista il festival Dolomiti Ski Jazz, con gli inimitabili ingredienti che lo rendono da sempre uno dei più originali appuntamenti musicali italiani: piste da sci e musicisti di fama internazionale, i paesaggi delle Dolomiti e le note del jazz più eccitante. I diciotto concerti della quindicesima edizione del Dolomiti Ski Jazz stanno dando vita a nove giorni di accattivante musica live da gustarsi in quel paradiso degli sport invernali che è la Val di Fiemme.

La magica alchimia tra musica e natura, tra caldi ritmi afro-americani e paesaggi innevati, è l’elemento che conferisce ai concerti diurni del festival (tutti gratuiti) il loro particolare fascino.

Appuntamenti musicali all’aria aperta, questi spettacoli si svolgono direttamente lungo i tracciati delle piste da sci, nei più noti luoghi di ritrovo, dove sarà possibile fermarsi tra una discesa e l’altra e ascoltare musica di qualità con scarponi e sci ai piedi.

Bene ci siamo.

Domani si parte.

Miprendoemiportovia va al Dolomiti Ski Jazz.

Obiettivo vivere a pieno la montagna d’inverno.

Fino a qualche anno fa odiavo la montagna. L’associavo allo sci, sport in cui sono negata.

Ultimamente invece ho scoperto che montagna d’inverno vuol dire anche tante altre cose: buona tavola, percorsi termali, camminate, divertimento sfrenato in slittino.

E da domani potrò associare a montagna ad uno dei generi musicali che più adoro, il jazz.

Tombola!

Partiremo in due, io, Elisa mi occuperò dei post e dei tweet e Luca si occuperà dei video e delle foto.

Vi ricordo che se volete seguire l’evento su twitter l’ashtag ufficiale è #dolomitiskijazz.

Sulla rotta per Cavalese, a Rovereto, incontreremo parte dei nostri compagni di viaggio per pranzare insieme e gustarci il MART.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.